DPCM Covid: il Web in aiuto di commercianti e professionisti

Il contenuto dell’ultimo DPCM e relative limitazioni

L’ultimo DPCM varato dal Governo Conte, di fatto, per quanto riguarda gli esercizi commerciali ha previsto limitazioni principalmente in riferimento alle attività di somministrazione, per le quali tra l’altro continueranno a valere le prescrizioni più stringenti contenute nelle relative ordinanze regionali, ove emanate.

Il Decreto, tra i provvedimenti adottati per cercare di evitare assembramenti e contenere i preoccupanti dati del contagio da Coronavirus, ha consentito le attività dei servizi di ristorazione dalle ore 5:00 alle 24:00 con consumo al tavolo, con un max di 6 persone per tavolo, e fino alle 18:00 in assenza di consumo al tavolo. Resta salva la ristorazione con consegne a domicilio, e quella con asporto fino alle 24:00.

E’ evidente, ad ogni modo, che l’incertezza circa il come progredirà l’epidemia in corso e il dubbio su quale potrebbe essere il contenuto di futuri decreti, fa si che non solo gli esercizi di somministrazione, ma tutte le attività commerciali, nonché gli studi professionali, debbano attivarsi concretamente per riuscire a minimizzare le perdite ed attirare il maggior numero possibile di clienti nel massimo rispetto delle misure governative.

Utilizzare il web per un rapporto diretto con la clientela

E quale maniera migliore di pubblicizzarsi e di instaurare un rapporto diretto con la propria clientela ed i propri utenti di quella rappresentata dal crearsi un proprio spazio sul web ? Internet ed in particolar modo i social, d’altronde, già negli ultimi anni sono divenuti un formidabile canale di pubblicità e di interazione verso il pubblico per i più svariati generi di attività commerciali e professionali.

Come abbiamo avuto modo di approfondire in precedenti articoli su questo blog, infatti, la rete permette a chiunque voglia promuovere un prodotto di arrivare ad un numero elevatissimo di utenti, selezionati grazie agli algoritmi utilizzati dalle varie piattaforme tra i soggetti più probabilmente interessati al bene o al servizio in questione.

Non è un caso, d’altra parte, che sempre più attività decidano di investire cifre anche cospicue nel campo della pubblicità e della diffusione sul web; investimenti che, affidando il lavoro a professionalità competenti del settore, consentono nella quasi totalità dei casi di aumentare in modo considerevole la propria visibilità e dunque i propri introiti.

I potenziali vantaggi nell’avere un proprio spazio online

In un periodo come quello attuale, ad ogni modo, essere presente sul web per un commerciante presenta anche altri potenziali vantaggi, primo tra tutti quello di potersi adattare prontamente ad eventuali misure ancor più stringenti in caso di incremento di contagi, continuando ad esercitare la propria attività pur se in forma differente.

Qualora si pensasse di tornare ad ingressi scaglionati e a consentire l’accesso ai locali commerciali ad un numero massimo di persone in base alla metratura, sulla falsariga di ciò che già è previsto per ristoranti e bar, i negozianti potrebbero prevedere la possibilità di permettere ai clienti di prenotare in via telematica il proprio ingresso nel locale.

Inoltre, in una fase in cui lo spettro non solo degli assembramenti ma anche di potenziali chiusure continua ad aleggiare, favorire il ricorso agli acquisti effettuati direttamente online è sicuramente una via da percorrere sia per frenare, dal punto di vista sanitario, la corsa del virus sia per stimolare il commercio, consentire ai commercianti di mandare avanti le proprie attività e far girare l’economia.

Come gli studi professionali possono sfruttare il web

Ma non sono solamente le attività commerciali a poter beneficiare, in special modo in questi mesi, di uno spazio riservato sul web, sito o pagina social che sia. Anche gli studi professionali, che già dalla riapertura dello scorso maggio hanno dovuto riorganizzarsi a causa dell’emergenza, hanno tanto da guadagnare nel rapporto con la clientela da un’informatizzazione dei servizi offerti.

I professionisti, di fatti, hanno dovuto garantire all’interno dei propri studi la minimizzazione degli spazi e delle attrezzature di lavoro comune per garantire la sicurezza a se stessi e ad i propri collaboratori, nonché la riduzione al massimo della possibilità che più persone si trovassero a stretto contatto nelle sale d’attesa, potenziale luogo di diffusione per il virus.

Proprio in quest’ottica, l’opportunità data al cliente di poter prenotare il proprio appuntamentoonline, magari anche tramite specifici BOT programmati per rendere la comunicazione con l’utente più rapida ed efficace, è un servizio che senza dubbio potrebbe fare, in un momento storico come quello attuale, la differenza nel valutare la qualità di un’attività professionale, portandola ad essere preferita rispetto ad altre.

 

 

  Navigazione nel Blog

Iscriviti alla nostra News Letter per avviare la tua impresa online!

Categorie