BONUS BICI ELETTRICHE: IL DECRETO ENTRA NELLA SUA FASE CONCRETA

Bonus bici elettriche 2020: si risparmia fino al 60% della spesa

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 settembre scorso, il decreto attuativo per il bonus bici 2020 entrerà nella sua fase concreta dal prossimo 3 novembre. Il cosiddetto “bonus mobilità”, rientrante tra gli incentivi per la mobilità sostenibile previsti dal Decreto rilancio convertito in legge lo scorso 17 luglio, di fatti, potrà essere richiesto dai soggetti legittimati a partire da tale data.

Il bonus è un contributo, dal valore massimo di 500 Euro, pari al 60% della spesa sostenuta per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, monopattini, hoverboard, segway e altri veicoli a propulsione prevalentemente elettrica, oppure per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale, esclusi quelli mediante autovetture.

Occorre precisare che la data prescelta è quella di inizio novembre perché, dopo aver accresciuto la dotazione finanziaria destinata a tale misura da 120 a 210 Milioni, il Governo ha deciso di attendere la completa disponibilità dei fondi stanziati, prevista per fine ottobre, in modo da consentire a tutti gli aventi diritto di usufruire dei benefici legati al provvedimento in questione.

Gli aventi diritto in base alla residenza

Gli aventi diritto ad accedere a tale facilitazione nell’acquisto di mezzi di trasporto non inquinanti vengono enunciati nel decreto, e da essi si evince in maniera chiara come la ratio alla base di tale agevolazione sia quella di favorire una mobilità ecologica decongestionando dallo smog e dal traffico le aree più popolate del Paese.

Il bonus è infatti riservato ai cittadini maggiorenni residenti (ad essere richiesta è quindi la residenza, e non il domicilio) nei Comuni con più di 50mila abitanti. Sono inclusi però, a prescindere dalla densità di popolazione, tutti i capoluoghi di Regione, i capoluoghi di Provincia nonché le Città Metropolitane.

Possono presentare domanda per ottenere l’incentivo in questione, inoltre, anche i pendolari che abitano nei Comuni della cintura delle grandi Città Metropolitane. Proprio in virtù delle finalità istituzionali di questi enti territoriali, infatti, quando si parla di città metropolitana si intendono tutti i comuni che ne fanno parte.

Come registrarsi e presentare domanda

Per presentare regolare domanda ed ottenere il buono sarà necessario registrarsi, autenticandosi tramite credenziali SPID, nell’apposita sezione presente sul sito web del Ministero dell’Ambiente. Il termine ultimo per compiere tale procedura è il 31 dicembre 2020, stessa data in cui terminerà l’erogazione dei bonus.

Le richieste avanzate dai cittadini sul portale di riferimento, a partire dal 3 novembre, verranno poi soddisfatte, seguendo l’ordine derivante non dalla data di emissione della fattura (o dello scontrino parlante), ma quella facente riferimento all’inserimento dello stesso documento fiscale nella piattaforma online.

Si ricorda che il bonus consente l’acquisto di un solo bene o servizio tra quelli elencati nel decreto, che non rientrano nell’agevolazione accessori come caschi o batterie e che, infine, in caso di nuovo acquisto successivo alla richiesta il rivenditore non è obbligato ad accettarlo, essendo l’adesione su base volontaria.

Le modalità di rimborso o di sconto

Il bonus bicicletta, sostanzialmente, verrà erogato sotto forma di rimborso, qualora si tratti di acquisti già effettuati dalla data del 4 maggio scorso in poi, oppure in modalità di sconto per i mezzi che verranno acquistati dal 3 novembre al 31 dicembre di quest’anno, con l’avente diritto che pagherà il 40% del prezzo al negoziante, il quale poi si vedrà rimborsato del restante 60%.

Nello specifico, in caso di rimborso diretto in favore del cittadino, per beni dunque già acquistati, il soggetto interessato dovrà caricare sul portale web il documento giustificativo di spesa (fattura o scontrino parlante, non semplice scontrino) e si vedrà poi rimborsato del 60% della spesa, fino naturalmente alla soglia prevista di 500 Euro.

Per i nuovi acquisti, invece, la formula prevista è quella del voucher. Il bonus, di fatti, in questi casi consta di un buono spesa digitale generato automaticamente dalla piattaforma nel momento in cui l’utente inserisce i suoi dati ed indica il bene da acquistare. Il voucher deve essere utilizzato entro 30 giorni e consegnato al venditore autorizzato.

Sei un produttore o un rivenditore di bici elettriche? Abbiamo preparato un’offerta per te:

E-commerce Start

  Navigazione nel Blog

Iscriviti alla nostra News Letter per avviare la tua impresa online!

Categorie

I migliori dispositivi di mobilità individuale individuati per te